Si può ben dire che il 2018 ha portato fortuna al giovane cantante cubano Erik Alejandro Iglesias, in arte Cimafunk. Con il suo primo album Terapia e il suo primo videoclip Me Voy ha provocato una febbre contagiosa tra gli appassionati della musica fusion-urbana. In pochissimo tempo dal debutto come solista e dal lancio del suo primo album, Cimafunk ha saputo conquistare gli scenari di Cuba (ogni suo concerto è sold out) e affascinare i media. Questo artista underground, proveniente dalle zone di campagna vicino Pinar Del Rio e autodidatta, ha sicuramente portato una ventata di novità nella musica alternativa di Cuba, tanto che ha appena ricevuto tre nominationper i prossimi Premios Lucas. Il suo sound pieno di ritmo, dove il funk e il soul abbracciano varie sfaccettature della musica cubana, testi a volte leggeri ma mai banali, collaborazioni con talentuosi artisti di differenti ambiti musicali (per esempio Roberto Carcassés – Interactivo), mettiamoci pure la sua pettinatura afro e un accattivante look anni Settanta, hanno fatto centro.