The Cuban Golden Club, Amores Rumberos - 2018


Yoruba Andabo - La Cafetera - 2018

Los Muñequitos de matanzas - El mundo se esta acabando - 2019

Uno dei dischi che mi piace di più, di quasi cinquemila che io apprezzo, è quello chiamato Los Muñequitos de Matanzas: Live in New York e che è una testimonianza del viaggio e delle presentazioni del gruppo rumba in quella importante città del Nord America. Qui, a Cuba, si diplomerebbe alla BIS MUSIC nel 1997 e segnerà una svolta nella storia della rumba a Cuba e in particolare di quel gruppo.
 
Certamente Los Muñequitos de Matanzas non ha inventato la rumba; Questo genere musicale cubano ha la sua origine nelle aree portuali dell'Avana e Matanzas, dove la forza lavoro per il carico e lo scarico delle navi che sono arrivate a loro sarà costituita principalmente da uomini di colore; ma per oltre sessant'anni sono stati un riferimento obbligatorio e alcuni lo considerano gli ambasciatori di questa manifestazione culturale per la loro spiccata autenticità creativa.
 
La rumba, così come i suoi più importanti coltivatori, sentirono per anni il peso della più acerrima discriminazione ed emarginazione basata sul pensiero elitario prevalso in certe aree dell'intellighenzia culturale e dei più importanti attori sociali; ciò che lo costrinse a un ritiro tattico che finì per trasformarlo nella prima manifestazione musicale cubana che fu definita come un punto focale della cultura della resistenza, una resistenza che aveva nella grande cronaca sociale e patriottica grandi esponenti.
 
La rumba, inoltre, ha elementi sociali e umani che la caratterizzano, essendo di essi quella di maggior peso la componente religiosa dalla sua forte imbricazione con i culti portati a Cuba dai primi schiavi, molti dei quali furono inseriti in tal modo la vita di tutti i giorni provocando ciò che Don Fernando Ortiz definì "il più importante processo di transculturazione avvenuto nel Nuovo Mondo durante la colonizzazione (...) dove una cultura dominante serviva a coprire la cultura del dominio; in un processo di sincretizzazione mai visto prima ".
 
Anche la rumba ha inventato, creato e modificato strumenti; e in un certo momento del suo sviluppo, ha stabilito strutture che sono riuscite a farsi coinvolgere nel tessuto sociale in tempi difficili; l'esempio più praticabile sono i cori clave e rumba; che proliferò all'inizio del secolo scorso.
 
Servi questi elementi per presentare ed essere in grado di decostruire il CD Maferefún la rumba; la produzione più recente di Los Muñequitos de Matanzas che BIS MUSIC presenta al mercato; ed è che "l'ultima delle bambole" richiede ancora del tempo per arrivare.
 
Per anni gli amanti della rumba hanno atteso un nuovo record del gruppo Matancera; anni in cui sono emersi nuovi gruppi di rumba e sono stati presentati fonogrammi sul genere che rappresentano le varie tendenze che si sono sviluppate nella rumba contemporanea. Credo che i dischi Osain del Monte, Rumbatá, Rumbávila e taglio etnografico prodotto da Germán Velazco su questo genere e dare continuità a quei lavori che una volta che hanno reso l'Istituto ormai dimenticato di Etnologia e Folklore Seminario e Musica Popolare diretto da Odilio Urfé.
 
Tuttavia; Era necessario che le "bambole" venissero alla ribalta e presentassero la loro visione di questi processi creativi. E la luce è appena stata fatta.
 
Il primo successo di Maferefún la rumba è nel suo repertorio; un repertorio che copre quasi tutti i generi della rumba - solo il cosiddetto stile "jiribilla" nato nella città di Matanzas - è assente, con testi di spiccato carattere urbano. Se dovessi schierarmi con qualcuno di loro, darei tutti i tagli ai tagli Tribute to my ancestors (1), Trilogy (9) e Francisca la conga (10); cosa non demerita le altre proposte.
 
Nel caso di Tribute ... la cosa più commovente è l'abilità con cui viaggia attraverso diverse varianti di rumberas senza cambiamenti improvvisi o cambiamenti improvvisi. Passa dalla rumba al canto liturgico (la preghiera all'uovo che ci accompagna) avendo come filo conduttore il battito del burattino in contrappunto costante con il resto degli strumenti dell'orchestra.
 
La trilogia è il rispetto obbligatorio della tradizione che è stata presente nelle ultime proposte discografiche dei Muñequitos. Questa volta i compositori scelti sono Evaristo Aparicio, noto anche come "El Pícaro", e Juan Mesa; sul tema "bambino" Pujada canto veicola una ridda di sentimenti ed emozioni molto vicino a chi ha mai definito Carlos Embales nella sua versione di Xiomara; solo che "El Niño" impone il suo stile.
 
Toccante è la chiamata (diana dice gli intenditori) con cui inizia Francisca ...; così tanto che ti fa rizzare i capelli ancora e ancora. Questo è il tema in cui arriva l'apoteosi del fonogramma. È in particolare il luogo in cui i Muñequitos de Matanzas dispiegano tutta quella batteria creativa che li ha tenuti come leader del movimento rumba a Cuba.
 
Una delle caratteristiche della rumba cubana oggi è la presenza dello stile che è stato definito "guarapachangueo"; è emerso nel quartiere coreano dell'Avana, a San Miguel del Padrón; e questo ha aperto nuovi orizzonti interpretativi; e i Muñequitos non potevano essere ignari della sua esecuzione.
 
Il "guarapachangueo" è il suono del rumbero del 21 ° secolo, così come la rumba del cajón nel 19 ° secolo, e riflette la dinamica dei rumori di oggi; con questo background, è lecito attendere la proposta di Matancera; e Francisco è il leitmotiv in modo che emerga tutta l'impronta di Matanzas di questo modo di fare; solo quello in diversi piani ritmici - uno dei grandi contributi del gruppo alla rumba dalle sue fondamenta - che interagiscono tra loro; ora la voce spicca sopra gli strumenti, ora la quinta prende la voce principale; ma in uno spettacolo di emozioni ben pensato.
 
Eccezionale è il lavoro di armonizzazione delle voci; qualcosa che ha vinto l'intero movimento rumba; e che non è altro che un consapevole ritorno ai cori di Clave; che mostra che all'interno della rumba ci sono postulati inviolabili.
 
Alla rumba, come regola generale, di solito non perdiamo tutti i cubani, indipendentemente dal grado, dagli studi, dallo stato sociale o dal luogo di residenza. Lei è lo stemma della nazione; non importa che abbia già un titolo nobiliare; Oserei anche di più: la rumba è il cordone ombelicale di molte delle musiche che si ascoltano oggi a Cuba e in alcune zone del mondo.
 
Senza di essa, questa nazione sarebbe un orfano ... dopotutto era ieri, marginale e proibito ... oggi ... oggi è meticcio, pubblico e universale e nel suo DNA c'è un cromosoma chiamato Muñequitos de Matanzas.
 
Fonte: www.cubarte.cult.cu
Autore: EMIR GARCÍA MERALLA